Tutti gli eventi a » Agrigento  • Caltanissetta  • Catania  • Enna  • Messina  • Palermo  • Ragusa  • Siracusa  • Trapani

AQUA GOD AND MAN

Mostra personale fotografica di Filippo Papa
Cosa Arte
Quando dal 9 luglio al 11 agosto 2019 Ore Tutti i giorni
Dove Chiesa Monumentale della Badia di Sant'Agata di Catania / Via Vittorio Emanuele II, 182, 95131 Catania CT - Catania
Prezzo 2,50 €
La mostra di fotografia “FILIPPO PAPA, ACQUA GOD AND MAN” è una seconda tappa dopo la prima esposizione tenutasi presso Il Palazzo Centrale “Rettorato” dell’Università degli Studi di Catania il 13 Ottobre del 2017. Nasce come progetto specifico dopo un’approfondita ricerca da parte dell’artista Filippo Papa, “Artista Visivo”, laureato alla specialistica con il massimo dei voti in Graphic Design, presso l’Accademia di Belle Arti di Catania nel 2016. Papa ha all’attivo 12 mostre personali e svariate mostre collettive, premi, riconoscimenti e pubblicazioni. È Fondatore e Direttore Artistico del progetto “Naxed” dedicato alla promozione artistica e culturale.

È Importante segnalare che nel 2014 e nel 2016 i suoi scatti sono stati pubblicati nel programma televisivo di RAI 3, “Tgr Mediterraneo”. Papa non è solo un artista ma è anche un “progettista” di cultura, sin dagli albori della sua ricerca poetica intercetta quelle che saranno le sue tre “Anime”; l’uomo, la natura e la spiritualità, elementi primigeni che diventano il corpus e l’anima dell’artista.

Questo progetto espositivo è frutto di un’accurata analisi, che Filippo Papa inizia nel 2010, legata allo studio attraverso la fotografia di quello che è l’elemento primigenio per eccellenza: l’acqua, dell’intervento della luce su di essa, il chiaro scuro e i forti contrasti, inoltre il rapporto fra l’essere umano e questo elemento della natura.

Papa dice:
“L’acqua elemento divino e primigenio, fluido di vita emblema dell’uomo”

L’evento è costituito da opere fotografiche dedicate all’acqua o come la chiama Papa aqua nome originario dalla etimologia latina. Questo per rappresentare quello che è il messaggio primordiale, e di ritorno alla natura.

Aqua” come simbolo della fede Cattolica, l’Acqua Santa, elemento di salvezza. Ricordiamo il Battesimo di Cristo che avviene con l’immersione totale nell’acqua, rituale di iniziazione purificatorio che si ripete da secoli per tutti i nuovi Cristiani. Questi principi si legano perfettamente alla location ovvero la “Chiesa Monumentale della Badia di Sant’Agata”.

Papa vi fa ritorno come artista esponente dopo aver inaugurato nel 2017 la mostra “Il Canto della Pietra” progetto specifico dedicato alla chiesa che portò all’apertura in ESCLUSIVA di una parte inedita della Badia mai aperta al pubblico. Oggi con l’arrivo di “Aqua” si aggiunge un tassello alla poetica dell’artista, infatti la chiesa fa da scrigno ad un progetto intimo e profondo che rappresenta anche la sua fede e i suoi principi. La mostra è a cura della Prof.ssa Aurelia Nicolosi promossa dall’Arcidiocesi di Catania e patrocinata dalla Cooperativa Sociale Bios Arte.



LA MOSTRA

Sito: Chiesa Monumentale della Badia di Sant’Agata via Vittorio Emanuele II°, n° 182, 95131 Catania

Durata: 9 Luglio al’11 Agosto 2019

Orari:

orari d’apertura di Luglio:
Lunedì, 9.30 /12.30
da Martedì a Sabato 9.30 /12.30 , 16.30 /19.30
Domenica, 9.30 / 12.30 , 19.00 / 20.30

orari d’apertura di Agosto:
Lunedì, 9.30 /12.30
da Martedì a Sabato 9.30 / 12.30 , 17.30 / 20.30
Domenica, 19.00 / 20.30
Per eventuali variazioni di orari info al numero: +39 340 423 8663



Ingresso: a pagamento



Per ulteriori informazioni

Web: http://filippopapa.com/

Mail: mostrefilippopapa@gmail.com / info@filippopapa.com

Phone: +39 371 3510649



Testo critico curatrice



Aqua, denominazione latina per indicare l’elemento da cui ogni cosa, ogni fenomeno, ogni processo ha inizio: l’universo secondo il mito, le terre emerse secondo la geologia, il feto umano e animale secondo la biologia. Eraclito, filosofo greco, adotta l’immagine di un fiume per raccontare l’universale fluire dell’esistenza: «panta rei», tutto scorre nella vita, tutto passa. Ed in effetti noi che siamo fatti di acqua, viviamo in essa, con essa, per essa e le opere fotografiche di Filippo Papa ne sono una lirica attestazione. Dal mare che per i Greci simboleggia la nascita (si pensi a Talete per il quale l'acqua è l'ARCHÈ, l'elemento primordiale, origine di tutte le cose, e a cui tutto vi fa ritorno), al fiume dalla valenza sacra (Mosè è trasportato dalle acque del Nilo per guidare il popolo d'Israele verso la Terra Promessa; Cristo giunge a nuova vita con il Battesimo nel Giordano; gli indù s’immergono nel Gange per purificarsi dai peccati e affrancarsi dal ciclo di vita e morte), alla sorgente persiana contenente acqua di vita. Nell'Islam la preghiera richiede di detergere sempre collo, faccia, braccia fino al gomito, gambe fino al ginocchio, perché Dio ama i «belli». Nel Buddismo l’immacolato fiore di Loto sboccia dalle acque fangose dello stagno e nel Tao cinese «la bontà suprema è come l'acqua. La ‘bontà’ dell'acqua consiste nel fatto che essa reca profitto ai diecimila esseri senza lottare. Essa resta nel posto (il più basso) che ogni uomo detesta. Ecco perché è molto vicina alla via […]».

L’acqua, quindi, è vista dall’autore nella sua funzione purificatrice, corporea e morale: è solo lei ad essere ritratta in tutta la sua bellezza, in tutto il suo vigore e la sua irruenza. La linfa preziosa che condiziona fortemente e inesorabilmente la presenza/assenza dell’uomo nel paesaggio: amica, come pioggia che lava, come fontana che disseta e decora, come bagno termale che regala benessere, e nemica, come forza violenta che si ribella all’uomo e alle sue iniquità, morte, come il fiume Stige attraverso cui Caronte traghetta le anime dei defunti.

Acqua che non è mai cheta e placida ma zampilla, gorgoglia, frantuma, scroscia, irrompe, s’infrange in un perenne dialogo con il Pianeta come a voler ricordare al genere umano che senza di lei non c’è futuro, senza di lei non c’è energia, senza di lei non c’è democrazia. Filippo Papa ‘si riflette’ in essa e catarticamente vi s’immerge per trarne ispirazione. Come in un inconscio collettivo, dove amore, ira, paura, gioia fluiscono incessantemente determinando l’essere e la vita che ne consegue.



Aurelia Nicolosi



Biografia Filippo Papa

Filippo Papa nasce a Leonforte (EN) il 24/10/1986 fin da piccolo ha avuto uno spiccato senso artistico, dimostrando ecletticità e versatilità. Le sue competenze vanno dalla fotografia, al graphic design, alla produzione e promozione di eventi culturali, videoarte e installazioni artistiche alla performance art. Può vantare diverse mostre collettive, bipersonali e soprattutto personali, come Treanime nel 2012, Fotogramma nel 2014 e Archai nel 2016.

Nel 2016 consegue il Diploma Magistrale di secondo livello in Graphic Design indirizzo editoria, presso l’Accademia di Belle Arti di Catania con il massimo dei voti, diventando successivamente cultore della materia Graphic design II.

Ha ottenuto numerosi premi, riconoscimenti e pubblicazioni. Nel 2012 una delle sue foto è stata selezionata fra le migliori a livello mondiale nel portale del sito di Vogue Inoltre nel 2014, è stato pubblicato il progetto fotografico “Catania in bianco e nero”, da parte del programma Tgr Mediterraneo, su Rai 3. Nel 2017 vince il concorso d’arte “Made of Sicily” di MostraMed premio speciale “Web Artist” presso Palermo organizzato in collaborazione con “La Presidenza del Consiglio dei Ministri” e la “Regione Sicilia”. Inoltre è stato finalista del concorso fotografico “Palermo Arabo-Normanna” comitato UNESCO. Ha curato il workshop di grafica “Guarda, immagina, crea” presso la Fondazione Puglisi Cosentino di Catania ed ha insegnato “Disegno e Storia dell’Arte presso l’istituto A. Moravia.

Nel 2018 apre il primo portale a livello mondiale dedicato al nudo artistico e all’arte erotica “NAXED” dove riveste il ruolo di fondatore e Direttore Artistico. Inaugura la sua 4° mostra personale inedita “Aqua” presso il Palazzo Centrale, dell'Università degli Studi di Catania. Nel 2019 Inaugura la sua 5° mostra personale inedita “Contrasto e Contesto” evento delle “Giornate FAI Fondo Ambiente Italiano di Catania”.

Negli ultimi anni ha partecipato a vari workshop e stage specialistici, inoltre è stato giudice di concorsi fotografici e d’intrattenimento, in qualità di artista visivo. Attualmente vive e lavora come artista visivo, fotografo e grafico e Catania.

Ti suggeriamo i seguenti eventi

29
giovedì
giugno
Immagini di Balestrate
Arte, Video • Fino al 30 giugno 2917 / Le Luminarie / Balestrate (PA)
 
10
lunedì
dicembre
Own Vision
Arte, Video • Fino al 31 dicembre 2108 / Via del principe / Catania
27
sabato
aprile
Engramma - San Giorgio
Arte • Fino al 03 novembre / Area archeologica di Piazza XIII Vittime / Palermo
 
22
sabato
giugno
Giuseppe Agnello - Paludi
Arte • Fino al 10 novembre / Fondazione La Verde La Malfa / San Giovanni La Punta (CT)

Prossimi eventi

Filumena Marturano
Teatro • dal 25 al 27 ottobre 2019
Arriverà la Regina
Teatro • 25 ottobre 2019
Shock in my town
Teatro • 26 e 27 ottobre 2019