Tutti gli eventi a » Agrigento  • Caltanissetta  • Catania  • Enna  • Messina  • Palermo  • Ragusa  • Siracusa  • Trapani

Un Vero Capolavoro

di e con Ivan Bellavista
Cosa Teatro
Quando 19 aprile 2019 Ore 21:00
Dove Teatro Coppola - Teatro dei Cittadini / via del Vecchio Bastione, 9 - Catania
Prezzo Sottoscrizione Volontaria
Ivan Bellavista presenta
UN VERO CAPOLAVORO
scritto, diretto e interpretato da
Ivan Bellavista e Sandra Conti
e con Francesca La Sala

Coreografia scenica di Paola Maffioletti
Disegno Luci di Daria Grispino
Assistenza di Marianna Camillò
Comunicazione di Tamara Viola
Fotografia di Barbara Sanna Murgia
Produzione Ivan Bellavista / Teatro Sala Uno /
Fabbrica dell’attore – Teatro Vascello

Dopo il grande successo delle ultime due stagioni teatrali, la compagnia del “Molière Immaginario”, capitanata da Ivan Bellavista, da più di dieci anni collaboratore scenico di Antonio Rezza e Flavia Mastrella (Leone d’Oro Teatro alla Carriera 2018 alla Biennale di Venezia), in successi come “7 14 21 28”, “Fratto_X” e “Anelante”, torna con un nuovo spettacolo, “Un Vero Capolavoro”. Una prorompente e spiazzante favola teatrale scritta, diretta e interpretata insieme a Sandra Conti, questa volta in scena con Francesca La Scala. Dopo il mito dissacrato del Don Giovanni di Molière, si torna su un palco vestito solo dell’essenziale, ricco però di luci, musica e movimento. Questa volta a essere celebrato è il Teatro come Spazio, che diventa un vero e proprio Altrove in cui tutto è concesso, tutto può succedere e dove ognuno può essere ciò che vuole.

Un uomo sta scappando. Da giorni due scagnozzi tentano di acciuffarlo, ma svanisce come nebbia al sole. Forte del fatto di trovarsi in un luogo camaleontico, in cui ogni fantasia può assumere le sembianze della realtà, non fa che travestirsi e mimetizzarsi, saltellando da un luogo all’altro, da un’epoca all’altra, vestendo i panni dei più svariati personaggi, veri o immaginari, famosi o sconosciuti, insoliti o ordinari. E balla, canta, salta, recita, trascinando i suoi inseguitori nella propria allegra ed egocentrica follia, re indiscusso di quel luogo, padrone delle proprie fantasie.

Ma perché lo inseguono? Cosa vogliono da lui? Semplice, farlo tornare in vita! Sì, perché il nostro protagonista altri non è che un uomo caduto in coma anni prima, che ora ha l’opportunità - anzi il dovere - di risvegliarsi e tornare ai suoi affetti terreni. Sembrerebbe un’opportunità straordinaria, ma c’è chi, come lui, a una vita reale e mediocre preferisce un limbo sospeso, un Altrove giocoso in cui tutto è possibile, uno spazio così simile al palco di un teatro, in cui poter rappresentare una vita, mille vite, tutte straordinarie.
Tra numeri musicali, brillanti coreografie e inaspettati cambi di registro, “Un Vero Capolavoro” vi lascerà senza fiato.

NOTE DI REGIA
“Con il nostro primo cavallo di battaglia - “Molière Immaginario” - ci siamo divertiti a distruggere un mito, tra i più celebrati della storia del Teatro. Abbiamo trasformato i personaggi di Molière in pretesti, atti a sfogare la nostra dirompente e insonne vitalità di mettere a nudo le persone, che si celano dietro le maschere. Ora, con il nostro “Vero Capolavoro”, siamo pronti a distruggere e a ricostruire il Teatro stesso. A modo nostro, riscriviamo una personalissima grammatica scenica. Un “dialetto” che parliamo solo noi. In scena, ci accompagna la nostra incessante voglia di divertirci e di metterci in gioco. Perché il teatro è, appunto, un tavolo da gioco gigantesco, dove il brivido di puntare alto è lo stimolo decisivo a rischiare. Tre assi che diventano re, regine e fanti, che cavalcano le quinte e il proscenio. Non bariamo, ma giochiamo con le pedine della nostra esperienza e del nostro modo di combattere la noia che, sul palco, come nella vita, è sempre dietro l’angolo. Tra innumerevoli travestimenti, salti temporali e musiche pop, sperimentiamo ogni sera noi stessi e ci spingiamo al limite del divertimento, verso la follia. E siamo pronti a contagiare chiunque ci capiti a tiro. “Un Vero Capolavoro” è uno spettacolo d’azzardo. Ma chi non risica, non rosica. Fate il nostro gioco, signore e signori!”
(Ivan Bellavista)

Ti suggeriamo i seguenti eventi

29
sabato
gennaio
Pensiero Debole
Teatro / TMO - Teatro Mediterraneo Occupato / Palermo
26
giovedý
ottobre
I FRATELLI FICICCHIA
Teatro • Fino al 12 novembre 2107 / Teatro Brancati / Catania
03
lunedý
settembre
Corsi e Laboratori Teatro Zig Zag
Teatro , workshop • Fino al 31 maggio / Teatro Zig Zag / Catania
19
venerdý
ottobre
DAI VOCE ALLA TUA VOCE !!!
Incontri, Teatro • Fino al 30 giugno / STUDIO MEDICO FONIATRICO / Catania

Prossimi eventi

L'ha fatto una signora
Teatro • 23 e 24 marzo 2019
Roma Napoli 1-1
Teatro • 23 e 24 marzo 2019
Anzama`
Musica Live • 23 marzo 2019