Tutti gli eventi a » Agrigento  • Caltanissetta  • Catania  • Enna  • Messina  • Palermo  • Ragusa  • Siracusa  • Trapani

Welcome to Italy

prove aperte d’accoglienza
Cosa Teatro
Quando 28 e 29 dicembre 2017 Ore 21
Dove
Prezzo 10 euro (ridotto 8 euro)
Entrare a teatro e venire accolti in sala dagli attori che invitano a percorrere le tappe di un sistema complesso e quasi indecifrabile. Un invito a conoscere, per capire meglio e, magari, intervenire per #PerCambiareLOrdineDelleCose.
Sarà questa la suggestione che vivrà il pubblico durante lo spettacolo “Welcome to Italy - prove aperte d’accoglienza”, in scena giovedì 28 e venerdì 29 dicembre negli spazi di Zo Centro Culture Contemporanee di Catania, ore 21 (prezzo biglietto 10 euro, ridotto 8). Diretta dall’attrice e regista catanese Emanuela Pistone fondatrice di Isola Quassùd, e messa in scena dagli attori della multietnica Liquid Company (Stefania Di Pietro, Abdoulie Fatty, Joy Felix, Alpha Jallow, Abdul Razaka, Tene Toure), la performance narra il tema dell'accoglienza attraverso un lavoro di drammaturgia collettiva.
«Il nostro intento - spiega Emanuela Pistone, , ormai da anni impegnata in percorsi teatrali con i migranti che hanno portato Isola Quassùd a vincere, tra l’altro, il premio del MIBACT (Ministero dello Spettacolo) Migrarti Spettacolo sia nel 2016 che 2017 - è quello di dare un contributo attivo e aderire, nel modo che ci è più congeniale, alle istanze lanciate dal Forum “Per cambiare l’ordine delle cose”, nato da un’idea del regista Andrea Segre, regista del film “L’ordine delle cose”, e della scrittrice Igiaba Scego».
L’idea di "Welcome to Italy" è nata da un particolare confluire di esperienze. Da un lato, la partecipazione della regista al forum lanciato da Segre, dall’altra la vicinanza con lo scrittore e mediatore culturale Abdelfetah Mohamed autore del libro “Le cicogne nere – Hidma. La mia fuga”. Prendendo spunto da queste due sollecitazioni, la compagnia ha cominciato a lavorare a una performance la cui drammaturgia si è completata con il vissuto personale degli interpreti.
Lo spettacolo si snoderà su due piani narrativi: il dialogo diretto col pubblico e lo straniamento del ricordo. Attraverso una vivace animazione, il pubblico verrà coinvolto dagli attori e percorrerà le tappe del sistema tra CPA, CAS, CIE, CPR, CARA, Sprar (per capire meglio il sistema, Isola Quassùd si è avvalsa della consulenza dell’avvocata Angela Lupo, che da anni si occupa di temi inerenti le migrazioni). I momenti del ricordo, che segnano un continuo e brusco cambio d'atmosfera, attingono al romanzo di Abdelfetah Mohamed. Completano il racconto le canzoni che i ragazzi hanno scelto in fase di improvvisazione durante le prove, seguiti dalla musicista inglese Rachel Beckles Willson. Le luci sono di Aldo Ciulla e il disegno della mappa è della giovanissima Federica Leonardi, allieva dell'Accademia di Belle Arti. È, inoltre, previsto, l’intervento, in scena, di un esperto del settore per far comprendere meglio un fenomeno di cui troppo si parla ma troppo poco si sa.
«La mia speranza - conclude Pistone - è riuscire a sensibilizzare soprattutto i giovani e i rappresentanti di quella società civile che potrebbe davvero fare qualcosa “per cambiare l’ordine delle cose».
Tags Teatro

Ti suggeriamo i seguenti eventi

26
gioved
ottobre
I FRATELLI FICICCHIA
Teatro • Fino al 12 novembre 2107 / Teatro Brancati / Catania
12
sabato
settembre
Aiuto! Hanno rapito Colombina!
Teatro • Fino al 01 novembre / Teatro Zig Zag / Catania
30
gioved
dicembre
Mille Miglia Lontano
Arte, Musica Live, Teatro / Monastero dei Benedettini - Chiesa di San Nicol l'Arena / Catania
29
sabato
gennaio
Pensiero Debole
Teatro / TMO - Teatro Mediterraneo Occupato / Palermo

Prossimi eventi

OPEN DAY ARTEA 2020
Arte • 29 settembre 2020
 
Corso di Regia Teatrale
workshop • 1 ottobre 2020
Land(e)scape
Arte • dal 2 al 16 ottobre 2020
Open Space#2
Incontri, workshop • 24 e 25 ottobre 2020