Tutti gli eventi a » Agrigento  • Caltanissetta  • Catania  • Enna  • Messina  • Palermo  • Ragusa  • Siracusa  • Trapani

TRE190

opere e installazioni che hanno segnato il nostro primo anno di vita, da tre mostre: Nebbia, Setaccio, Abitare + una citazione da "Vestito Bianco"
Cosa Arte, Video
Quando 4 e 5 ottobre 2019 Ore 19:00-24:00
Dove Garage Arts Platform / Via Leonardo da Vinci 2 - Enna
Prezzo gratuito con tessera socio
CON
Emma Adler, Noemi Alessandra, Giuliana Baldi, Francesco Battipaglia, Caroline Böttcher, Francesco Cammarata, Michele Di Leonardo, Mirjam Dorsch, Pauline Faucheur, Massimiliano Germano aka Ger-MANO, Katharina Kamph, Mareike Jacobi, Filippo La Martina, Arianna Lentini, Rosario Manusé, Giovanni Magaglio, Antoanetta Marinov, Mario Margani, Andrea Nicolò, Simone Scarpello aka Pixel Shapes, Gesualdo Prestipino, Psihoterapjia, Fabio Romano, Jonas Johannes Schmitt, Marta Trovato, Greta Vetri, Moreen Vogel, Joshua Zielinski.

**

TRE190 giorni fa è nato il garage, dopo una gestazione un po' più lunga dei nove mesi canonici.

La gestazione di un elefante dura 22 mesi, quella di un rinoceronte fino a 19. In mezzo più o meno si trova il garage.

Per questo motivo non possiamo che essere felici di esser riusciti a venir fuori, e adesso anche di aver superato il primo anno di vita illesi.

Il 4 ottobre dalle 19 ci vediamo al garage tra alcune delle opere e installazioni che hanno segnato il nostro primo anno di vita, da tre mostre: Nebbia, Setaccio, Abitare + una citazione da "Vestito Bianco".
Aperta anche il 5 ottobre dalle ore 19!

**

All'inizio gattonavamo appena. Davanti a noi un paesaggio non completamente definito. Luci, bagliori, volti, voci, composizioni dalla forma incerta e difficile da comprendere nella sua interezza, suoni persistenti ed altri meno costanti. Tutto avvolto nel buio ed in una coltre nebbiosa che in alcuni momenti lasciava intravedere ombre, forme e figure. Analogiche e digitali.

Dopo un inverno rigido abbiamo cominciato a comunicare con il mondo in maniera un po' più decisa, ma innanzitutto ci siamo visti un sacco di documentari per capirne di più, di questo strano mondo.
Eravamo ancora un po' insicuri, ma una volta testato e capito che siamo siamo fatti di carne, ossa e pelle come tutti gli altri, e che i nostri vestiti - più o meno bianchi - ce li hanno anche gli altri, ci siamo sentiti finalmente a nostro agio.

Con la lentezza dei primi passi siamo giunti ai Funnurisi.
Abbiamo quindi deciso di uscire e provare a camminare più a lungo e ci siamo fatti un bel giretto in via Roma. Lì abbiamo anche cominciato a scambiare le prime parole con i passanti. Scambi di diverso tipo: proverbi, dialoghi, insulti, censura. Ci siamo divertiti tanto. Così tanto che pure gli arancini si sono messi a saltare di gioia.

Ma essendo ancora piccoletti ci mancavano tante esperienze.
E allora abbiamo cominciato, come ogni buon ennese, a fare i nostri giri al Lago di Pergusa e a lasciare alle zanzare infernali in dono un poco del nostro nettare vitale, per ringraziare Ade di aver fatto tornare temporaneamente Kore dalla mamma, così da farci vivere la nostra prima estate.

Ci siamo imbattuti in un giardino di sculture dalle forme difficili e attraenti. Abbiamo cominciato a toccarle, a guardarle da vicino, a insinuarci tra i suoi antri, a dormirci accanto e pure a banchettarci vicino. Di sera abbiamo notato che quelle forme non si vedevano bene e allora le abbiamo anche illuminate e vissute per bene. Abitare li ci ha reso un po' più maturi.

Durante l'estate hanno cominciato a visitarci amici a casa. Con i conterranei abbiamo cominciato a giocare assieme a chi urla più forte, poi all'acchiapparella, a nascondino, a tirarci le pietre addosso e poi a salirci sopra. Cose che fanno tutti da queste parti. Poi sono arrivati amici più lontani e allora abbiamo giocato a calcio tedesco e pure a ping-pong all'americana.

Ultimamente ci siamo spinti oltre con passeggiate fotoniche a Ragusa. E presto a Palermo cercheremo di capire di più di questa isola e di questo luogo nel quale siamo nati, centrali e isolati allo stesso tempo.

Intanto vogliamo festeggiare insieme a tutti coloro che in questi TRE190 giorni ci hanno conosciuto, consigliato, aiutato, osservati, insultato, censurato, criticato, lodato, si sono associati e dissociati, e si sono divertiti con noi.

**

Immagine: Psihoterapja, The Birds (in memoriam Volker Sieben), 2016. Psihoterapja sono: Jamesdin, Darkomrak a.k.a. Dejan Poljakovic, Tidra a.k.a. Silvia Lorenz.

Ti suggeriamo i seguenti eventi

27
domenica
ottobre
La meraviglia delle nuvole
Arte • Fino al 17 novembre / Palazzo Grimaldi / Modica (RG)
31
gioved
ottobre
An Inventory Of
Arte • Fino al 01 febbraio 2020 / RizzutoGallery / Palermo
 
01
venerd
novembre
ECLETTICA_ME
Arte • Fino al 30 novembre / Palazzo Nicolaci / Noto (SR)
 
03
domenica
novembre
OPUS - corpo e materia
Arte • Fino al 02 febbraio 2020 / Palazzo Beneventano / Lentini (SR)

Prossimi eventi

Fatti di quotidiana follia
Incontri • 14 novembre 2019
 
Ture Most
Musica Live • 15 novembre 2019